• programma megaliti ArgimuscoMegaliti dell'Argimusco  a Montalbano Elicona (ME)
    Archeoastronomia.com e iCastelli.it organizzano la II edizione del Festival Nazionale di Archeoastronomia, manifestazione che si svolgerà sotto il cielo di Sicilia.

    L’Archeoastronomia, la “scienza delle stelle e delle pietre”, è la disciplina che studia gli allineamenti astronomici degli antichi edifici prestando un’attenzione rigorosa al loro contesto storico ed archeologico. In Italia tale scienza multidisciplinare viene insegnata solo al Politecnico di Milano ed alla Sapienza di Roma. Il festival rappresenta un momento culturale creato proprio per far conoscere questa scienza così affascinante e misteriosa, nella quale convergono l’astronomia, l’archeologia, l’antropologia, la storia, la geografia e altre discipline.

    La manifestazione “Pietre&Stelle” si svolgerà da domenica 28 luglio a domenica 22 settembre 2013, sarà itinerante e coinvolgerà le province di Messina, Agrigento, Enna e Siracusa.

    “Questa seconda edizione del Festival – dichiara il Dott. Andrea Orlando, ideatore e direttore artistico di Pietre&Stelle2013 – vuole rappresentare un vero e proprio connubio tra i beni archeologici e paesaggistici siciliani e la cultura, qui proposta in una delle scienze più multidisciplinari che esistano: l’archeoastronomia. L’edizione 2012 ha visto la partecipazione di più di un migliaio di persone in 5 appuntamenti, quest’anno ce ne aspettiamo più del doppio.
    La grande novità di questa edizione 2013 sarà quella di svolgere alcuni appuntamenti in siti patrimonio dell’UNESCO, tra cui spiccano il Parco Archeologico della Valle dei Templi e la Villa Romana del Casale. Uno degli incontri della kermesse estiva si svolgerà all’interno del Castello Eurialo, la famosa fortezza greca dalla quale lo scienziato siracusano Archimede lottò contro le navi romane utilizzando i famosi specchi ustori da lui costruiti. Ma uno degli appuntamenti più suggestivi sarà ancora l’incontro culturale che si terrà tra i megaliti dell’Argimusco, l’altopiano che si trova nel territorio di Montalbano Elicona, nell’area di pre-riserva del Bosco di Malabotta. In questo luogo atavico si possono ammirare megaliti naturali dalle figure antropomorfe e zoomorfe, rocce modellate dal vento e dall’acqua nel corso dei millenni. E proprio queste rocce di arenaria sono state probabilmente utilizzate dall’uomo antico come osservatorio astronomico, per capire per esempio l’alternanza delle stagioni, informazione molto utile per le pratiche agricole. Il Festival “Pietre&Stelle2013” si concluderà all’equinozio di settembre nella meravigliosa Valle Halaesa, dove insieme alla Fondazione Fiumara d’Arte di Antonio Presti si festeggerà l’arrivo della stagione autunnale con un fine settimana straordinario, tra incontri culturali e visite a siti archeologici.
    Ecco dunque che l’archeoastronomia ancora una volta esalta il paesaggio nella sua forma più pura e diventa realmente l’anello di giunzione tra diverse discipline, prime fra tutte l’astronomia e l’archeologia, molto distanti tra loro dal punto di vista dell’approccio scientifico, ma ancorate entrambe ad un’assoluta certezza: la ciclicità dei fenomeni celesti”.

    Il Festival rappresenterà un vero e proprio viaggio alla scoperta di questa suggestiva scienza multidisciplinare, un itinerario affascinante che porterà il visitatore a conoscere il cielo ed a toccare con mano alcuni angoli di Sicilia che racchiudono la storia di questa piccola isola-continente, luoghi che rappresentano dei veri e propri paesaggi sacri, dove il confine tra cielo e terra è segnato da pietre ancestrali.

    Il tutto sarà illustrato attraverso presentazioni multimediali da Andrea Orlando, Dottore di Ricerca in astrofisica nucleare dell’Università di Catania e membro della SIA (Società italiana di Archeoastronomia), da professori e ricercatori universitari e da professionisti del settore.

    Il ‘II Festival Italiano di Archeoastronomia’ verrà realizzato con il supporto di:
    Comune di Montalbano Elicona, la R.N.O. Bosco di Malabotta, il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, il Parco Archeologico della Villa Romana del Casale e delle aree archeologiche di Piazza Armerina e dei Comuni limitrofi, il Comune di Piazza Armerina, la Fondazione Fiumara d’Arte, la Soprintendenza del Mare, i Gruppi Archeologici d’Italia, la Società Italiana di Archeoastronomia, l’IBAM-CNR sede di Catania, l’ORA Luxury Hotel Federico II, l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Università di Lisbona.

    Il Festival di Archeoastronomia 2013 sostiene il progetto ‘Save the Arctic’ di Greenpeace, per la tutela e salvaguardia del Circolo Polare Artico. ‘Pietre&Stelle2013’ ha inoltre ricevuto il patrocinio dall’Assessorato ai Beni Culturali e dall’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana.

    :: PROGRAMMA:

    • 28 luglio 2013 (Megaliti dell’Argimusco): “Argimusco, tra Cielo e Terra”
    • 10 agosto 2013 (Valle dei Templi di Agrigento): “l’Archeoastronomia in Sicilia”
    • 25 agosto 2013 (Villa Romana del Casale): “l’Astronomia nell’Antica Roma”
    • 8 settembre 2013 (Castello Eurialo): “Archimede di Siracusa e l’Astronomia”
    • 21/22 settembre 2013 (Valle Halaesa): “l’Astronomia tra Egizi e Fenici”

    Per conoscere il programma delle singole giornate culturali visitate la nostra pagina FB al seguente indirizzo: www.facebook.com/argimusco .
    Possibilità di visita con guida ai siti preistorici ed archeoastronomici durante le giornate del Festival (su richiesta).